In Tour — 4 ottobre 2021 18:00

BLACK COUNTRY, NEW ROAD

Dopo l’annuncio dell’abbandono della band da parte del co-fondatore e frontman, Isaac Wood, i Black Country, New Road, ora ensemble di sei elementi, hanno ripreso ad esibirsi nei festival più importanti.

“Sarà un set musicale completamente nuovo”, afferma Lewis Evans. “Non riprodurremo niente dei primi due album”.
Inizia quindi un nuovo capitolo per una delle band più acclamate della nuova scena musicale anglo-irlandese che, con l’esordio “For the First Time”, in vetta alle chart inglesi e in nomination ai Mercury Prize 2021, e “Ants from Up There”, pubblicato a febbraio 2022, hanno saputo crearsi un’identità ben definita tra il post punk più sperimentale e l’avant jazz.

“Semplicemente non ci sembrava giusto riprodurre questi brani”, dice Charlie Wayne. “Sono canzoni scritte da sette persone e pensate per essere eseguite da sette persone. Se non possiamo suonare in sette, non le eseguiremo. Stiamo facendo musica che suona come quella dei Black Country, New Road, è forte come qualsiasi altra cosa che abbiamo suonato fin’ora ma diversa”.
Con il ruolo del cantante vacante, “Stiamo cercando di cambiare il più possibile i ruoli vocali”, dice Evans. “Stiamo cercando di rimescolare chi canta e su quali canzoni. Vediamo cosa succede”.

“Ovviamente è un peccato che non possiamo fare un tour del nostro secondo album quando non siamo riusciti nemmeno a fare il tour del primo [a causa del Covid]“, dice Wayne. “Ma ciò che è importante è che abbiamo creato due opere di cui siamo incredibilmente orgogliosi. Penso che di per sé sia qualcosa che ci rende molto orgogliosi, e ci sentiamo incredibilmente grati per il pubblico che abbiamo raccolto. Non lo diamo per scontato, ma ci godiamo quei due album per quello che sono e non piangiamo perché è finita, sorridiamo perché è successo”.

VENERDÌ 26 AGOSTO 2022
TORINO – sPAZIO211 main stage

Parco Sempione, Via Cigna 211 – Torino
www.todaysfestival.com
BIGLIETTERIA E PRENOTAZIONI
Biglietto singolo ingresso a sPAZIO211: 32 eu + dp
Biglietto singolo ingresso a INCET: 10 eu + dp
Abbonamento 3 giorni (26, 27, 28/8): 95 eu + dp
Prevendite biglietti singoli ed abbonamenti: https://link.dice.fm/todays2022

Per molte band due canzoni non sono tante. Sono un punto di partenza o uno spunto per ciò che verrà: sono la costruzione primitiva delle basi artistiche di un gruppo. Eppure i Black Country, New Road sono riusciti ad attirare l’attenzione di pubblico e media già solo attraverso i primi due singoli condivisi nel 2019, “Athen’s, France” e “Sunglasses”.
Ciò che ne è conseguito è stata la nomina a “migliore band del mondo” su The Quietus, recensioni entusiastiche dal New York Times al The Guardian, una copertina su Loud & Quiet, una live session per BBC 6 Music, show sold out in tutto il paese, l’inserimento in line up al Primavera e a Glastonbury, un live show accompagnati da un’orchestra e un invito alla TV francese insieme a Kim Gordon dei Sonic Youth ed Ed O’Brien dei Radiohead. Le loro esibizioni live sono diventate leggendarie tra i fan della scena emergente che si è riunita attorno al decantato pub londinese di Brixton, The Windmill, già meta dei Fat White Family, black midi, Squid e molte altre band.
In equilibrio tra post-rock, post-punk e influenze jazz, “For the first time”, il loro album di debutto pubblicato a febbraio 2021 via Ninja Tune, è in perfetto equilibrio tra questa prima incarnazione della band e la loro continua evoluzione.
Originari di Cambridge, dopo aver suonato insieme in varie formazioni, è solo come Black Country, New Road che hanno scoperto un profondo senso di armonia e unità. Alcuni membri si conoscono dai tempi della scuola secondaria, altri dei tempi dell’università: questo ha creato uno spirito coeso e un legame profondo che si riflette nella loro istintiva creatività collettiva. Eppure, nonostante siano così potenti uniti, singolarmente sono degli avidi esploratori: molti di loro suonano in altre formazioni, hanno progetti solisti e collaborano con altri artisti. Inoltre, il loro background eterogeneo, che fonde musicisti di formazione classica a quelli autodidatti, si traduce in una miscela unica, che combina un’abilità tecnica precisa con un’essenza primordiale imprevedibile.
I Black Country, New Road sono Lewis Evans (sassofono), May Kershaw (tastiera), Charlie Wayne (batteria), Luke Mark (chitarra), Tyler Hyde (basso) e Georgia Ellery (violino).

BCNR: www.facebook.com/BlackCountryNewRoad | www.instagram.com/blackcountrynewroad

 

Tags:
  • Condividi l'articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg